Le ciambelline al vino

Non puoi finire una cena o un pranzo romano, senza aver pucciato una ciambellina nel vino!

Ciambelline al vino

Le ciambelle al vino, dette anche “Mbriachelle” sono un classico fine pasto. Sono dei biscotti secchi, semplici da fare, che contengono il vino nell’impasto, e che tradizione vuole vengano inzuppati nel vino! La ricetta prevede pochi ingredienti, tuttavia le versioni sono tante, così come le aggiunte. Si possono fare con il vino bianco e con quello rosso, si possono aromatizzare, con anice, cannella, o arricchire con nocciole, mandorle, ecc.

Sono un dolce conviviale, perché è bello finire un pasto e continuare a chiacchierare inzuppando la ciambellina nel vino.

Nella mia lunga permanenza a Roma, quasi vent’anni, ho assaggiato tantissime ciambellette al vino, tuttavia le mie preferite sono quelle della Taverna del Barone a Fumone. Un locale particolarissimo, situato nel centro storico del paese, dove i dipendenti indossano abiti “medievali”, e il menu è fisso! Pensate che con meno di 30 euro si può mangiare: antipasti misti con salumi, bruschette, olive e altre cosine, due primi, un secondo e per finire le ciambelline. Ah, bevande e caffè incluso.

Questo locale mi ricorda la mia amica Antonellina. Una grande donna, ma di lei vi parlerò in un’altra ricetta.

Ma che dite, vediamo insieme come fare le ciambelline al vino?

Ciambelline al vino

Per una scorta abbondante, procedete in questo modo!

Ingredienti

1 bicchiere di vino (rosso o bianco)

1 bicchiere di olio d’oliva delicato (se volete potete mettere anche dell’olio di girasole)

1 bicchiere di zucchero

Mezza bustina di lievito per dolci

50 g di granella di nocciole o mandorle (facoltativo)

Farina q.b
Aroma a scelta: anice, cannella, ecc.

Nota: Con questa dose ottenete tante ciambellette, che vanno bene per una famiglia numerosa… Se volete, potete provare anche a fare metà dose, quindi: mezzo bicchiere di olio, mezzo di vino, mezzo di zucchero, 1 cucchiaino di lievito per dolci, farina q.b.

Procedimento

In una ciotola capiente mettete i liquidi e lo zucchero e amalgamate bene, aggiungete la farina poco alla volta, lavorando l’impasto con una forchetta. Mettete anche il lievito e la granella di nocciole.
Terminate la lavorazione dell’impasto sul piano di lavoro. Dovete ottenere un composto che non si attacca alle mani.
Iniziate a fare dei rotolini e ricavate le ciambellette. Passate la parte superiore nello zucchero e posizionatele sulla carta forno. Infornate a 180° per una ventina di minuti.

In questa ricetta ho usato lo zucchero all’arancia. La ricetta qui

Le ciambelline si conservano per diversi giorni. Io le metto in barattoli di vetro a chiusura ermetica e li tengo in dispensa per più di una settimana.

Oh, mi raccomando “nu ve mbriacate co e ciambellette”. Detto alla romana!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...