Bagels ricoperti di semini

Vi mostro come fare i bagels in modo semplice, ma con un procedimento particolare. Per voi la ricetta e le foto dei vari passaggi, per realizzare dei magnifici bagels, morbidi all’interno e croccanti all’esterno!

Bagel farcito con salmone e puntarelle romane

In america, soprattutto a New York, i bagels sono pane quotidiano, tanto che all’inizio del 1900 un gruppo di trecento panettieri fondò un’associazione, la “bagel bakery Local 388”.

I bagels sono tutt’altro che americani, infatti, sembra proprio che le loro origini siano legate alla cultura ebraica.

Le ciambelle più famose del mondo vantano migliaia di farciture, tuttavia, la più diffusa è quella con salmone e formaggio, un classico che non tramonta mai!

Se siete appassionati di bagels vi consiglio un libro –The Bagel: The Surprising History of a Modest Bread – dove si ripercorrono le origini e l’evoluzione delle mitiche ciambelle.

La mia passione per i bagels è legata ad un ricordo, un viaggio a Copenaghen fatto qualche anno fa, dove ho mangiato il bagel più buono del mondo, almeno per me! Eravamo a spasso per la città, di li a qualche ora ci saremmo imbarcati per una crociera in giro per i Fiordi Norvegesi, presi da un attacco di fame siamo entrati in un localino al centro, ho notato subito queste ciambelle ricoperte da tanti semini e non ho saputo resistere. Croccante all’esterno e morbido all’interno e poi quel salmone era così succulento, insomma soldi spesi bene! Ah, per chi non fosse mai stato a Copenaghen, vi consiglio di visitarla, a me è piaciuta tantissimo e spero di ritornarci al più presto.

CopenaghenCopenaghen

Ho provato diverse ricette dei bagels, ma spesso con risultati al quanto scadenti, questa ricetta invece è particolare e il risultato merita. Intanto differisce da tutte le altre ricette che si trovano in rete per la presenza del preimpasto con la tecnica del Yukone. In pratica si lavora una parte di farina e quasi il doppio di acqua e si ottiene una sorta di purè, che una volta freddo si aggiungerà all’impasto per i bagels.

Bagel con semiRicetta bagelBagels con semini, farcito con salmone e puntarelle

Vediamo cosa occorre per realizzare degli ottimi bagels

Per lo yukone

170 g di acqua

100 g di farina

 

Impasto bagels

yukone

350 g di farina

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino e mezzo di sale

1 cucchiaino di lievito di birra in polvere

100 g di acqua

 

Nota: seguendo questa ricetta dovete fare l’impasto il giorno prima perché va fatto riposare almeno una notte in frigo.

Iniziamo con il preimpasto (yukone)

Mettete in un pentolino l’acqua e la farina e cuocete per qualche minuto. Il risultato finale sarà molto simile ad un puré denso. Stendete il composto su un piatto e lasciatelo raffreddare.

yukone per i bagels

Preparare i bagels

Nota: per lavorare il composto ho utilizzato una piccola impastatrice, niente di professionale (l’ho pagata circa 60 euro qualche anno fa), tuttavia si possono fare anche a mano.

Mettete la farina e lo zucchero nella planetaria, azionate e aggiungete lo yukone, il lievito e l’acqua (lasciate un pochino d’acqua per sciogliere il sale), lavorate il tutto per qualche minuto e poi aggiungete il sale. Lavorate l’impasto per 10/15 minuti deve risultare liscio e omogeneo.

Dividete l’impasto in porzioni singole di circa 80 g l’una, fate roteare l’impasto sotto il palmo della mano formando una palla omogenea. Lasciate riposare le palline per almeno 15 minuti coperti con della pellicola per alimenti.

Con il pollice fate un foro al centro del panetto, allargate un pochino fino a formare una ciambella omogenea. Coprite con la pellicola e riponete in frigo per almeno 24 ore.

Trascorso un giorno tirate fuori i bagels dal frigo e lasciateli a temperatura ambiente per almeno un’ora e mezza.

Fate bollire una pentola con abbondante acqua, mettete un cucchiaino di sale e due cucchiai di malto o melassa.

Immergete i bagel nell’acqua bollente per circa trenta secondi per lato, scolateli e fateli asciugare su un canovaccio pulito.

Accendete il forno a 220°, spolverate i bagels con semi misti (papavero, girasole, sesamo, ecc), metteteli su un foglio di carta forno e cuocete per circa 20/30 minuti.

Ricapitolando:

Mettiamo che tu voglia preparare i bagels per la domenica sera, devi preparare le ciambelle il sabato mattina, farle riposare in frigo fino a domenica dopo pranzo, lasciarle lievitare fuori dal frigo per qualche ora e infornale, e la cena è servita!

I bagels sono pronti non resta che farcirli, nel mio caso ho scelto il salmone, accompagnato da salsa allo yogurt, insalatina e senape.

E voi come li farcireste?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...